Volley B2/F: Cuneo vince un pazzo derby. La Libellula rimonta ma cede al tie-break

20mar-ubi-banca-Cuneo-B2-esultanza-post-derby-696x522

Il derby sulle montagne russe è biancorosso. La Ubi Banca Bosca Cuneo conquista il terzo successo stagionale aggiudicandosi una sfida da brividi contro le braidesi della Libellula Nerostellata: le “Gattine” di coach Liano Petrelli dominano per due set, si fermano, vengono raggiunte e, alla fine, la spuntano al tie-break mettendo in cassaforte due punti preziosi per classifica e consapevolezza.

Rimonta solo a metà invece per le rossonere di Testa, in grande difficoltà (soprattutto in ricezione) per i primi due giochi, ma brave a reagire con carattere ed esperienza e ad allungare la gara fino al 5° set: arriva così, per Vujevic e compagne, un punto in attesa di chiudere la prima fase di questo inedito campionato di B2, sabato prossimo, nel big match d’alta mini-classifica contro la Normac.

SESTETTO CUNEO

Al palleggio Moschettini, opposto Baldizzone; centrali Giuliano e Andeng, in banda Battistino e Montabone, libero Scialanca.

SESTETTO LIBELLULA

Di Bert in regia, opposto Vujevic; in mezzo Diomede e Ambrosio, schiacciatrici Rolando e Macagno, libero Cammardella.

PRIMO SET

Parte forte Cuneo: 3-0 dopo l’ace di Moschettini. Ospiti che iniziano ad alzare il muro e riescono a riavvicinarsi: 5-4. Padrone di casa che provano a ricacciare le avversarie indietro: fast di Andeng, è 7-4. Libellula che si affida a Vujevic e Rolando per restare in scia, Cuneo difende con intensità e continua a condurre (11-8). Cuneo che allunga, sul 16-12 time out braidese. Break che continua: ace di Baldizzone, 18-12. Sul 19-12 altro stop chiesto dalla panchina rossonera. Libellula in grande affanno sulla ricezione: due ace di Andeng fanno volare le “Gattine” sul 23-15. Sono otto i set ball (24-16): Vujevic annulla il primo, Baldizzone chiude i conti (25-17).

SECONDO SET

Coach Testa ripropone in sestetto Bianco, inserita nel finale di set precedente in banda, per provare a rimettersi in gara: Ubi Banca Bosca che, però, sospinta ancora da Baldizzone, riparte con il piede giusto (3-0). Altro ace, proprio dell’opposto cuneese, 5-1 e time out Libellula. Al rientro in campo, ricezione beffata ancora da Baldizzone per due volte di fila, 7-1. Rossonere in affanno, Moschettini continua a divertirsi: punto di seconda dopo un’altra ricezione avversaria lunga, 9-1. Disastro braidese, in confusione sulla battuta di Baldizzone: ancora un ace e 10-1. Vujevic e Diomede provano a suonare la carica, nonostante lo svantaggio sia difficilmente colmabile (12-5). I problemi in ricezione restano e pesano: due ace di Moschettini, +10 Cuneo (15-5). Libellula che tenta un riavvicinamento, con le giocate delle sue rappresentanti più esperte, ma non riesce a marcare Baldizzone, mentre anche Battistino continua ad essere un fattore da posto 4, 18-9. Tutto agevole per le padrone di casa: Battistino regala 12 set point alle compagne (24-12). Al terzo tentativo è la stessa schiacciatrice mancina a porre fine al set (25-14 e 2-0).

TERZO SET

Braidesi che provano a spingere per entrare in gara: Vujevic firma il 3-4 da posto 2. Per la prima volta le rossonere si costruiscono un vantaggio: Bianco a segno, 4-7 e time out per Petrelli. Il match si alza di intensità ed a beneficiarne è la squadra di Testa: Vujevic mura e poi attacca, 5-11. Petrelli cambia tutto inserendo Caprioglio, Monge e Candela per Montabone, Moschettini e Baldizzone. Dopo l’ace di Ambrosio (6-15) il tecnico di casa ferma ancora il gioco. In campo anche Sordo per Battistino. Una Vujevic in pieno ritmo guida le braidesi verso il 4° set (6-17). Cuneo, comunque, trova buone risposte dalle sue giovanissime seconde linee che riescono a non perdere ulteriore terreno nonostante l’ampio svantaggio: bene proprio Sordo, due volte a segno (11-19). Ace di Monge: 13-20 e time out per Testa che non vuole rischiare. Libellula che, comunque, riesce a portare a casa il set senza complicarsi eccessivamente la vita: sono 7 i set ball (17-24) con il set mandato agli archivi da Diomede (18-25).

QUARTO SET

Ospiti, ora, anche psicologicamente dentro il match, sospinte da Vujevic (2-7). Cuneo ci prova: Baldizzone torna a colpire direttamente dalla battuta (4-7). Scambi impegnativi, con entrambe le squadre che difendono forte: Diomede fa esplodere le rossonere con i muro che vale il 4-8. L’esperta centrale va a segno anche dal servizio, 6-10. Braidesi in piena fiducia: ace di Di Bert, 7-13 e time out Petrelli. Libellula Nerostellata che scappa via ancora una volta, avvicinando il tie-break: 10-19. Sull’11-22 Petrelli inserisce nuovamente Monge e Candela. Sono 13 i set ball dopo l’ace di Rolando (11-24): chiude Di Bert, 12-25 e 2-2.

QUINTO SET

Avvio combattuto: Vujevic è una garanzia per le braidesi, Battistino torna ad incidere, 4-3. Libellula che riesce a conquistarsi il primo preziosissimo mini-break: Rolando colpisce per il 5-7. Cuneo non molla e replica: 7-7. Al cambio di campo è 7-8. Alla ripresa del gioco, biancorosse che trovano un importante 4-1 di break, con Baldizzone nuovamente protagonista: sul 9-11 Testa chiama time out. Braidesi in difficoltà sul servizio di Giuliano, Andeng ne approfitta per il 12-9, con il coach ospite che corre ai ripari inserendo Macagno per Rolando. Cuneo ha così 4 match ball grazie al mani out di Battistino (14-10): Diomede annulla il primo in fast (14-11). Andeng chiude con autorevolezza: primo tempo vincente e 15-11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Libellula Volley

Via Gabotto 120 - 12042 Bra (CN)

Seguici sui Social

All contents © copyright Libellula Nerostellata. All rights reserved.